La Casa del Tempo

In ambito didattico-educativo, l'azione congiunta fra Comune e Pro Loco di Gerola Alta, Parco Orobie Valtellinesi, Museo civico di Storia naturale di Morbegno e Fondazione Cariplo, ha permesso negli scorsi anni di dar vita al progetto denominato "La Casa del Tempo".

La Valgerola è una delle Valli più interessanti del Parco delle Orobie Valtellinesi, sia dal punto di vista naturalistico che della storia dell'uomo. E' proprio per questo, e soprattutto per gli importanti rinvenimenti paleontologici che è nato il progetto "La Casa del Tempo e percorsi attrezzati". Il centro visitatori "La Casa del Tempo", allestito presso la chiesa parrocchiale di Gerola, è il luogo dove sono raccolte le testimonianze del tempo.
Già all'esterno dell'edificio troviamo degli elementi simbolici che ci introducono ai temi trattati nel centro visitatori.
Tre clessidre riempite ciascuna con un diverso materiale: sabbia che simboleggia la storia geologica, squame di pigne che testimoniano la vita vegetale e animale, semi di cereale che ricordano la storia dell'uomo.
Nella prima sala, dominata da luci soffuse e teli colorati, una serie di pannelli retroilluminati, accompagnano il visitatore in un viaggio temporale, in cui i tre argomenti guida si alternano scanditi solamente dal fluire del tempo. Qui sono esposti anche i campioni di rocce, fossili, animali e utensili riferiti agli argomenti trattati. Tre video-proiezioni ripropongono immagini riguardanti gli aspetti geologici, biologici e umani della Valgerola. Nella seconda sala un gioco interattivo mette alla prova il visitatore sui temi trattati nell'esposizione.
Dopo la visita è possibile andare alla ricerca delle tracce lasciate dal tempo direttamente su tre sentieri didattici attrezzati:

1. il sentiero della natura
2. il sentiero della memoria
3. il sentiero "Il sesto senso dell'Homo selvadego"

E' inoltre disponibile un CD di approfondimento dei temi trattati.
Entrare nella Casa del Tempo E' come imbarcarsi su una "navicella temporale" per un lunghissimo viaggio alla scoperta della storia delle Alpi Orobie e della Valgerola in particolare. Anche se i segni lasciati dal tempo sono spesso confusi e frammentati, il viaggio è un'avventura emozionante che ha inizio molti miliardi di anni fa. Una serie di pannelli espositivi e descrittivi, ciascuno legato ad una "tappa" del nostro viaggio, dall'origine della terra, alla nascita dell'uomo, ed ai più significativi elementi della storia recente, accompagnano il visitatore alla scoperta della Valgerola.
Il sentiero "della natura" e "della memoria" sono attrezzati con paletti segnaletici, posizionati in particolari punti di osservazione, che rimandano alle schede presenti nel kit didattico (reperibile presso l'ufficio informazioni).
Il sentiero"dell'Homo Selvadego" è invece dotato di pannelli informativi interattivi, che invitano ad utilizzare i sensi per avvicinarsi alla natura di questo angolo della Valgerola.
La casa del tempo è aperta durante il periodo estivo e su richiesta in qualsiasi periodo dell'anno; le visite vengono effettuate tramite personale volontario o attraverso gli addetti all'ufficio informazioni.
I sentieri attrezzati possono essere percorsi, con l'ausilio del kit didattico predisposto in apposito zainetto, in maniera autonoma dalla singola persona o dal gruppo, o attraverso visite guidate specifiche, generalmente organizzate in collaborazione con il Parco Orobie.

Il Museo "La Casa del Tempo" e il progetto "Tuttidappertutto"


Nel progetto "Tuttidappertutto" realizzato in Valgerola, rientra anche il Museo "La Casa del Tempo". Si è infatti cercato di recuperare e rendere accessibili gli spazi esterni alla museo stesso, creando un percorso geologico e un percorso botanico che permetteranno a persone con difficoltà motorie e in carrozzina di toccare con mano quello che nella Casa del Tempo è racchiuso nelle bacheche. Il percorso geologico ripercorrerà la storia della Valgerola attraverso l'esposizione di minerali e rocce locali, con l'ausilio di pannelli descrittivi e una mappa tattile che permetterà anche ai non vedenti di muoversi nei vari spazi. Il percorso botanico svelerà la flora delle Prealpi orobiche facendo conoscere a tutti le varie specie di arbusti e fiori tipici dell'alta montagna con pannelli descrittivi e il richiamo ai cinque sensi. L'accessibilità alla Casa del Tempo è stata completata con la realizzazione di un montacarichi all'ingresso laterale della chiesa.